“Uno: la creazione” è il primo di tre video sintetizzabili in una bizzarra formula metafisica: 1+1=1 1:1=2 1-2=3 e nelle figure geometriche del cerchio, quadrato e triangolo. Espressione del sentire dell’artista che vede il Mondo quale emanazione di una Intelligenza-UNO in grado di generare, dal Vuoto indistinto, la creAzione attraverso la Vibrazione di Suono/Pensiero e Luce/Colore.
Infinite Interferenze

19/10/2018

Infinite Interferenze

Mostra Collettiva in occasione del convegno "Scienziati per la Pace" | Aula della Cultura, Città della Pieve

Solve et coagula: in una formula antica il segreto per un futuro di Pace Già molto tempo prima della fisica quantistica l’alchimia indicava la Via attraverso la sua più importante operazione e formula alchemica: solve et coagula. Un principio applicabile ad ogni aspetto dell’esistere. Tutto evolve e si trasforma: è il moto inesorabile e sorprendente della Vita; è il battito stesso e vibrante dell’Universo, il senso misterioso del Tutto, Uno e Molteplice. Solve et coagula per evolvere e rigenerare sé stessi come la Fenice che rinasce dalle proprie ceneri. Solve come rottura degli schemi, risoluzione e dissolvenza di forzature, condizionamenti e stati degenerati, disarmonici ed automatici della mente e non solo. Coagula come un nuovo modo di distribuire e sintetizzare, attraverso uno stato di coscienza creativo, gli elementi dispersi nel tutto in conseguenza della fase precedente. Dissoluzione e Composizione, Disgregazione e Riprogrammazione. Morte e Rinascita. Un progresso naturale: lo stesso pensiero nasce, si forma, muore e dallo stesso ne nasce uno nuovo, che pur conservando le informazioni del precedente si determina in una nuova forma; e così come ogni nostra cellula che muore per richiamarne un’altra in vita. È il reset dell’Hardware del computer e il caricamento di software più avanzati che ne ottimizzino potenzialità e strumenti. È quell’anelito innato che spinge l’essere umano ad andare oltre rispetto al conosciuto… e’ ciò che spinge alcuni uomini là dove nessuno ha mai osato… con passione. Questi tempi sembrano suggerire di solvere soluzioni in un mondo in cui si è smarrito il senso stesso della vita. Ciò che è stato separato, fra cui scienza, etica, economia, arte, coscienza, necessita trovare nuove formule di dialogo a favore di una ritrovata qualità di vita e delle relazioni fra le persone, fuori dalle logiche di mercato, finanza e benessere di pochi a danno di molti. Ma cos’è questo Nuovo che possiamo “coagulare”? E quanto possiamo spingerci oltre? Tutto ciò che innalza le frequenze e rende gioiosa e felice la vita degli esseri umani!!! Se è un insieme ordinato di frequenze, a determinare la materia, come affermano alcuni scienziati di frontiera, tutto ciò che va in tale direzione va promosso e sostenuto affinché divenga obbiettivo e visione comune di un futuro possibile. Poiché, come diceva Gautama Il Buddha, “[…] tutto è un riflesso della nostra mente, tutto può essere cambiato dalla nostra mente”. Un antico insegnamento in linea con le ricerche più avanzate di Scienza e Coscienza, e che da artista, sperimento e studio da oltre trent’anni. Lo stesso luogo che oggi accoglie questa mostra ne è testimonianza. Il MitreoIside è infatti l’opera più complessa e affascinante della mia ricerca artistica sul processo creativo e sulla necessità di ritrovare memoria di ciò che siAMO: Co-creatori della realtà in cui viviAmo. OsiAMO quindi immaginare (In Me Mago Agere) un mondo di BELLEZZA (Bet-El-Za, in sanscrito Il luogo dove Dio brilla) e PACE. Non finirò mai di ringraziare tutti coloro che negli anni hanno collaborato e collaborano, a vario titolo, alla realizzazione di questa grande opera collettiva. Ringrazio Francesca Borsetti per avermi contattata dandomi l’opportunità di creare, intorno alla presentazione del Convegno “Scienziati per la Pace” una iniziativa multidisciplinare, come amiamo fare qui al Mitreo, in cui in molti potessero donare i propri talenti a favore e per l’arricchimento interiore ed emozionale della nostra comunità: gli artisti, gli scienziati Hartmut Müller e Leili Kosravi, gli amici dell’Ass.ne Bandiera della Pace e Saraswati, la Comunità Etica Vivente, il critico Carlo Roberto Sciascia, Liliana Paganini, Violetta Chiarini e gli amici del CENDIC, mia figlia Michela, Adamo Modesto e tutti i volontari dell’Ass.ne MitreoIside e Corviale Domani che sostengono e rendono possibile tutto questo. Ringrazio La Rete Fiore per averci invitati ad aderire alla “Campagna Oltre il Pregiudizio - una cultura si cambia con una nuova cultura” in cui gli artisti, da sempre considerati diversi per l’originalità dei loro linguaggi, avranno modo di far ascoltare le loro istanze e la sofferenza per una esclusione sistematica da parte della società che raramente dà valore al loro punto di vista se non come “intrattenitori” o detentori di strumenti, sui grandi temi dell’umanità e del miglioramento delle condizioni e qualità della vita delle persone. Una esclusione che l’odierna società paga con una cultura ripiegata su sè stessa, e l’impedimento per gli artisti ad espletare la loro naturale funzione per contribuire ad aprire le menti, accogliere e trasformare le vere sfide del futuro di cui il presente è chiaro anticipatore. La loro innata necessità a seguire la propria indole, fuori da schemi e sistemi già definiti, li propone come soggetti la cui “diversità” può tradursi in ricchezza a favore di una intera collettività, ma solo se veramente integrata, così come per ogni altra “unicità” e talento. Grazie quindi per questa rete che si allarga sempre più e grazie a tutti per la partecipazione al MIO SOGNO in cui vi vedo sempre più numerosi e felici di esserci ritrovati. Avanti tutta!!! Monica Melani
Scienza e Coscienza - Messaggi utili all'Umanità

05/10/2018

Scienza e Coscienza - Messaggi utili all'Umanità

5 Ottobre - 4 Novembre | RAW Rome Art Week 22-27 Ottobre 2018

Monica Me- lani, attiva e dinamica organizzatrice al Mitreo di Roma, nel cui centro sono ormai tre anni che si organizza la mostra degli artisti presenti sul volume, spazia nei vari campi dell’arte, ma è, soprattutto, conosciuta per avere inventato il metodo “MelAjna”, che considera il colore non solo in senso puramente fisico, ma nella sua Essenza di Luce. “L’opera, scrive Giorgio Di Genova, è frutto di una ricerca di personale autointro-spezione, restituisce conformazioni allusi- ve di elementi somatici, di animali e altro, poi meglio definiti dai posteriori interventi di Monica”. Consiste nel far gocciolare colori liquidi in uno strato di acqua contornato da un panno. I risultati sono energetiche aggregazioni di colori, molto variate e libere, che, allorché l’artista procede con una persona con cui si rapporta direttamente, dà un “Ritratto Energetico”, per utilizzare una sua definizione, mentre, allorché l’o- pera è frutto di una ricerca di personale autointrospezione, restituisce conforma- zioni allusive di elementi somatici, di ani- mali ed altro, poi meglio definiti dai posteriori interventi di Monica. Le possibilità di combinare tali risultati sono alquanto diverse, com’è quando l’artista li inserisce con uno specchio all’interno di un cerchio in ferro (Graal, 2004) ed ancor più quando ne dispone in installazioni più di uno assieme ad un monitor led (Il Ritratto Energetico. Guardarsi dentro per realizzarsi fuori, 2017). Per la Melani l’arte aiuta a realizzarsi e a conoscersi e ne è consapevo- le a tal punto da essere convinta che aiuti ad entrare in contatto con la multiversa realtà. Certamente fare arte è sempre un’auto- analisi. Ma per la maggior parte dei casi gli artisti non ne sono pienamente consapevoli. Molti confessano attraverso le loro opere i più profondi convincimenti sia esistenziali che sociali e perfino politici, per cui il loro operare è una sorta di diario. Presentazione catalogo. Commissione critica: Gianluca Covelli, Giorgio Di Genova, Carlo Franza, Enzo Le Pera, Monica Melani, Luigi Polillo, Laura Turco Liveri e Maurizio Vitiello.|Catalogue launch. Critical commission: Gianluca Covelli, Giorgio Di Genova, Carlo Franza, Enzo Le Pera, Monica Melani, Luigi Polillo, Laura Turco Liveri and Maurizio Vitiello.
Percorsi d'Arte in Italia 2018|2018 Artistic Paths in Italy

27/07/2018

Percorsi d'Arte in Italia 2018|2018 Artistic Paths in Italy

Volume a cura di Giorgio Di Genova, Carlo Franza e Enzo Le Pera.|Catalogue edited by Giorgio Di Genova, Carlo Franza and Enzo Le Pera.

Pagine  1  2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20  21  22  23  24  25  26  27  28  29  30  31 
© monicamelani.org 2013 - tutti i diritti riservati